IMPIANTI RIVELAZIONE FUMI , INCENDIO E MANUTENZIONE APPARECCHIATURE ANTINCENDIO - Gs Impianti Tecnologici
15815
page-template-default,page,page-id-15815,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

IMPIANTI RIVELAZIONE FUMI , INCENDIO E MANUTENZIONE APPARECCHIATURE ANTINCENDIO

IMPIANTI DI RIVELAZIONE INCENDIO E FUMI

GS Impianti progetta e realizza impianti di rilevazione fumi e incendio utilizzando solo apparati corrispondenti alle normative internazionali.

Essa garantisce ai propri clienti una regolare manutenzione programmata e revisione delle attrezzature antincendio, per il corretto funzionamento di tutti i sistemi antincendio tra cui estintori, idranti e porte anti-panico.

Inoltre la manutenzione dei dispositivi di rilevamento incendio è altrettanto fondamentale per quanto riguarda l’efficienza degli impianti di rilevazione incendio e obbligatoria secondo il DM del 10 marzo 1998. Lo scopo di un impianto automatico di rivelazione incendi è di controllare le aree sorvegliate, individuare nel minor tempo possibile ogni principio d’ incendio, segnalarlo ed attivare le procedure per la messa in sicurezza dell’ edificio e delle persone.
L’installazione degli impianti di rilevamento fumi in tutti gli ambienti sono definiti secondo la norma UNI 9795.
La manutenzione degli impianti deve essere svolta semestralmente, secondo la norma UNI 11224, che descrive le procedure per il controllo iniziale, la sorveglianza e il controllo periodico dei sistemi parte dell’impianto di rivelazione incendio.

Una Società  Multiservice con un’esperienza di 37 anni nella manutenzione impianti presso Enti Pubblici ed Ospedali, con CERTIFICAZIONE DI QUALITÀ ISO 9000, certificato ambiente 14000 e cerificato sicurezza Hosas 18000, con mezzi e risorse qualificati e che possa dare una risposta alle vostre esigenze.

MANUTENZIONE APPARECCHIATURE ANTINCENDIO

Quindi una corretta gestione e manutenzione degli impianti e delle attrezzature antincendio risulta estremamente importante a garantire nel tempo un sufficiente grado di affidabilità, necessaria affinché vi sia un funzionamento adeguato in caso di incendio.

La frequenza degli interventi di manutenzione è stabilita dal D.P.R. n.547 del 27 aprile 1955 (art.34/c) che ha indicato in sei mesi il tempo massimo di decorrenza tra un intervento e quello successivo. La manutenzione delle attrezzature antincendio è un obbligo del datore di lavoro sancito dal:

  • D.P.R. 547 DEL 27/04/1955, ART. 34 punto C, “Manutenzione di tutte le apparecchiature antincendio”;
  • Decreto Ministeriale n. 64 del 10 Marzo 1998, art.4;
  •  UNI 10779 Impianti di estinzione incendi – Reti di idranti, progettazione, installazione ed esercizio;
  •  UNI 9994 Apparecchiature per estinzione incendi