IL NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI - Gs Impianti Tecnologici
16121
post-template-default,single,single-post,postid-16121,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-10.0,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

IL NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI

IL NUOVO CODICE DI PREVENZIONE INCENDI

Il DM 3/8/15 “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’art. 15 del decreto legislativo 89 marzo 2016 n.139” (S.O.G.U n.51 del 20/8/2015) è entrato in vigore il 18 novembre 2015 comunemente denominato nuovo codice di prevenzione incendi (NCPI).

Il nuovo codice di prevenzione incendi si basa sulla valutazione del rischio per ogni caso specifico, ovvero i provvedimenti da prendere dipendono dall’entità del rischio.  Questa nuova procedura è più pesante e gravida di responsabilità per il professionista. Infatti con il nuovo codice di prevenzione incendi il professionista deve valutare il rischio di volta in volta e individuare i vari provvedimenti, ma permette una maggiore flessibilità nelle scelte progettuali. Il nuovo codice di prevenzione incendi  si applica a 36 attività su 80 individuati dal DPR 151/11.

Sotto vengono riportate le modifiche del nuovo codice

QUADRI ELETTRICI

Il nuovo codice non prevede che il quadro generale sia protetto contro l’incendio , ma è sufficiente che la sua posizione sia segnalata. I quadri che alimentano quadriservizi destinati a gestire l’emergenza, siano in posizione protetta dall’incendio, in modo che in caso di incendio non si danneggino interrompendo l’alimentazione essenziale per i servizi di sicurezza.

Se il carico di incendio è elevato in tutti i luoghi di facile accesso, occorre proteggere il quadro generale dall’incendio ad esempio mediante una nicchia o con l’installazione in un locale dotato di un impianto rivelazione incendi.

 

COMANDO DI EMERGENZA

Secondo il nuovo codice di prevenzione incendi , deve essere previsto , in zona segnalata e di facile accesso, un sezionatore di emergenza dell’impianto elettrico dell’attività.

Il c4.1.1omando di emergenza deve mettere fuori tensione l’intero impianto elettrico relativo al compartimento oggetto di progetto, deve inoltre essere segnalato e previsto nel piano di emergenza .

Deve essere installato a portata di mano in posizione segnalata e facilmente raggiungibile anche durante l’incendio.

 

 

 

ILLUMINAZIONE DI SICUREZZA

Secondo il nuemerovo codice di prevenzione incendi la sorgente di sicurezza deve intervenire entro 0.5s e deve funzionare per il tempo di evacuazione con un minimo di 30 minuti.